Un’esperienza di ascolto dei bambini con il metodo della Philosophy for Children

Caterina Fruet

La città che vorrei…Da questa proposta/stimolo iniziale è nato un percorso in 12 scuole dell’infanzia provinciali trentine, per raccogliere idee, riflessioni, proposte direttamente dai bambini. Essi possono divenire parte attiva di un processo di co-costruzione di conoscenza se vengono offerti spazi, occasioni, momenti anche di pratica filosofica dove far emergere nel dialogo ragioni e desideri.

Parole chiave: bambini, partecipazione, ascolto, dialogo

Vuoi abbonarti o richiedere copia della rivista?