Un’esperienza di ascolto dei bambini con il metodo della Philosophy for Children

Caterina Fruet

La città che vorrei…Da questa proposta/stimolo iniziale è nato un percorso in 12 scuole dell’infanzia provinciali trentine, per raccogliere idee, riflessioni, proposte direttamente dai bambini. Essi possono divenire parte attiva di un processo di co-costruzione di conoscenza se vengono offerti spazi, occasioni, momenti anche di pratica filosofica dove far emergere nel dialogo ragioni e desideri.

Parole chiave: bambini, partecipazione, ascolto, dialogo

Vuoi abbonarti o richiedere copia della rivista?


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.