Elena Malaguti

A fronte delle indicazioni internazionali sulla Inclusive Early Childhood Education (IECE), l’istituzione in Italia del Sistema Integrato di Educazione ed Istruzione potrebbe essere l’occasione per rispondere in modo competente anche a specifiche necessità di apprendimento di bambini e bambine con disabilità o che presentano disturbi del neurosviluppo.

Parole chiave: inclusione, sistema integrato, educazione speciale, bisogni educativi

Vuoi abbonarti o richiedere copia della rivista?


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.