Alessandro Mariani

 

È un incontro “naturale” quello tra le grandi questioni filosofiche e la forma mentis del bambino e dell’adolescente, progressivamente capaci di pensiero logico-formale, di riflessività e di autoriflessività, sollecitati da una inquietudine esistenziale e morale e da domande autenticamente filosofiche. La philosophy for children attiva un processo che può essere facilitato – nella scuola – da quegli insegnanti in possesso di specifiche competenze psico-pedagogiche, filosofiche e didattiche in grado di svilupparne gli obiettivi e le pratiche.

 

Parole chiave: infanzia, adolescenza, Philosophy for Children, insegnanti

 

 

Philosophy for Children and teacher training: 
directions of reflective creativity

 

That of the great philosophical questions and the forma mentis of the child and the adolescent is a “natural” meeting, as they are progressively capable of logical-formal thought, reflectiveness and self-reflectiveness, stimulated by an existential and moral concern and by authentically philosophical questions. Philosophy for children triggers a process that can be facilitated – at school – by those teachers who possess specific psycho-pedagogic, philosophical and educational skills that are able to develop both objectives and practices.

 

Keywords: childhood, adolescence, Philosophy for Children, teachers

 

Vuoi abbonarti?

Vuoi acquistare il fascicolo?

Vuoi acquistare la versione pdf?

 

Infanzia, n. 1 gennaio-marzo 2017

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.